Il grande libro dell’emigrazione fornese

Alfio Anziutti, detto Timilin, ha pubblicato un poderoso volume fotografico sull’emigrazione da Forni di Sopra. Nel testo ci sono oltre 300 pagine di rare fotografie sbucate dagli album di famiglia, citati con nomi e cognomi e con tanto di patronimico nelle ultime pagine. Poi contiene molti documenti storici, provenienti dalle collezioni private, anche dall’estero e dall’archivio municipale. Ci sono molte statistiche dei nati, dei morti, degli obblighi militari e dei matrimoni, con riferimento agli archivi del paese.

L’autore, senza lungaggini, analizza i tempi e i modi dell’andare tal forest (all’estero). I cramars (venditori ambulanti) del Medioevo e dell’Età moderna, si può ben dire che rappresentino l’antefatto culturale e socio-economico del forte fenomeno migratorio sviluppatosi dall’Ottocento e fino ad oltre la metà del Novecento. Ciò accadeva in Carnia e, quindi, anche a Forni di Sopra, che è l’estremo lembo nord-occidentale dell’area in questione.

La copertina riproduce una lunga fotografia di gruppo, proveniente dalla Pennsylvania, trovata in una casa di Forni di Sopra, con una schiera di operai di varie nazionalità, tra i quali si possono individuare molti volti di fornesi; l’immagine è databile ai primi anni Venti.

Fonte: Elio Varutti

24.00

Add to wishlist

Condividi

Alfio Anziutti Timilin

304 pagine, brossura

Edizioni del Circolo Fornese di Cultura (2019)

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il grande libro dell’emigrazione fornese”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non lasciarti scappare anche...